Pubblicato il Lascia un commento

Carta da parati: complemento o finitura?

Carta da parati: complemento o finitura?

In realtà, nell’ interior design di oggi è praticamente un “must -have” , un vestito che permette di definire lo stile ideale di ogni ambiente della casa.

Ormai dimenticata la vecchia concezione di carta da parati, un po’ spenta e polverosa, oggigiorno, grazie ai nuovi materiali con cui viene realizzata e alla vasta scelta di grafiche, la carta non è un più un semplice rivestimento di una parete, ma diventa un vero e proprio elemento d’ arredo.

Un breve accenno tecnico

La carta da parati può essere realizzata in diversi materiali e stampata su supporti dedicati al tipo di superficie che si vuole rivestire: esistono, infatti carte in cellulosa, pvc o in fibra di vetro, lavabili, trattate con protettivi ecologici e idrorepellenti, adatte anche agli ambienti umidi quali bagni e cucine, dove possono diventare un vero e proprio rivestimento protettivo, sostituendo così, in parte, le più tradizionali piastrelle

Esistono carte fonoassorbenti e per ambienti esterni, certificate secondo i più alti standard e resistenti nel tempo.

Emozioni e stile

Ma è sicuramente l’aspetto creativo quello che spinge a fare la scelta di posare la carta da parati nella propria casa. Che il tuo stile sia moderno, geometrico o romantico floreale, materico o minimal, l’emozione , e un bravo arredatore 😉, ti guideranno nella scelta del design della tua carta…per la tua camera, la cameretta dei bimbi o, perché no, per le pareti della tua doccia!

E se sei un tipo originale e vuoi personalizzare al massimo la tua casa, per te c’è la soluzione Custom, ovvero la possibilità di realizzare la tua carta da parati personalizzata con una grafica a tua scelta.

Seguici per i nostri consigli sulla scelta della carta da parati più adatta ad ogni ambiente…alla prossima!

Per info o preventivi chiamaci allo 0444 877616 o scrivici a info@lookinteriors.it

Ballardin Silvia – LookInteriors.it

Pubblicato il Lascia un commento

Bonus mobili 2021, non tutti sanno che…..

Non tutti sanno che non serve fare una vera e propria ristrutturazione per avere diritto al BONUS MOBILI

In effetti la maggior parte delle persone pensano che questo bonus sia riservato solo a chi effettua una ristrutturazione con lavori di straordinaria manutenzione legati ad abbattimenti di muri, pavimenti, ecc. … In realtà non è così, al bonus mobili si può accedere anche acquistando un semplice climatizzatore nuovo.

Come è ben spiegato nella guida ufficiale dell’agenzia delle entrate (scaricabile qui) nella manutenzione straordinaria rientrano anche :

• gli interventi finalizzati all’utilizzo di fonti rinnovabili di energia, ad esempio
− l’installazione di una stufa a pellet o di impianti dotati di generatori di calore
alimentati da biomasse combustibili
− l’installazione o l’integrazione di un impianto di climatizzazione invernale ed estiva a
pompa di calore

• la sostituzione della caldaia, in quanto intervento diretto a sostituire una componente
essenziale dell’impianto di riscaldamento

Quindi perché non approfittarne ? Scaricate la guida dell’agenzia delle Entrate (scaricabile qui) e scoprite anche le altre caratteristiche meno note di questo Bonus, tipo:

  • non serve avviare una costosa SCIA o una CILA preparata da un tecnico, basta una semplice autocertificazione
  • potete comperare i mobili della camera anche se l’oggetto della ristrutturazione è il bagno o qualsiasi altra stanza dell’abitazione
  • potete usufruire del finanziamento e non perdere il diritto al Bonus Mobili

Celotto Feliciano – Lookinteriors.it